Caro Presidente Musumeci...

Caro Presidente Musumeci…

Il 15 Giugno 2019 a Piazza Verdi, con Speranza e Fiducia c’eravamo anche Noi… Al Presidente Musumeci avremmo voluto chiedere tante cose sulla sanità siciliana ma soprattutto l’impegno di riattivare urgentemente il Reparto di Cardiochirurgia Pediatrica e per i Cardiopatici Congeniti Adulti “GUCH Unit” a Palermo. Da oltre 10 anni questa vitale attività è stata negata agli oltre 12 mila Cardiopatici Congeniti Siciliani di tutte le età. Nella nostra regione, ogni anno, nascono circa 400 bambini affetti da problematiche cardiache che necessitano di cure adeguate ed interventi chirurgici complessi. La Sicilia “Diventerà Bellissima” con l’impegno di ognuno di Noi, pertanto, anche questa grave “eredità assistenziale” può essere risolta con la cooperazione seria e concreta di Tutti. Caro Nello e Signori Amministratori è giunto il momento di attualizzare una soluzione adeguata e di Alta Eccellenza che ponga fine ai “viaggi della speranza” che tante famiglie sono costrette ad affrontare tra infinite difficoltà di ogni tipo. Grazie di Cuore!
Fabrizio Artale
Presidente dell’Associazione MOVIMENTO PER LA SALUTE DEI GIOVANI

RISPOSTA
Gentile Signor Artale,

su invito del Presidente Musumeci, che ha personalmente letto la Sua mail, di riscontro alla Sua segnalazione. Con Decreto Assessoriale n. 22 dell’11 gennaio 2019 adottato dall’Assessore Razza, è stata predisposta la nuova rete ospedaliera siciliana. Il Decreto Ministeriale 70/2015 (normativa che ha ispirato la riorganizzazione della rete ospedaliera) limita la previsione di una sola cardiochirurgia pediatrica per l’intera Regione Siciliana. Oggi il Reparto è operativo presso il Presidio Ospedaliero di Taormina. Il nuovo Decreto Assessoriale prevede la programmazione e l’apertura di una Unità di Cardiochirurgia all’Ospedale Civico di Palermo. L’Assessore e il Presidente Musumeci stanno lavorando per consentire alla sanità siciliana, che già oggi vanta punte di eccellenza, di raggiungere più alti livelli di assistenza per tutti i cittadini siciliani. La questione sottoposta sarà oggetto di approfondimento. La saluto cordialmente. Dott. Andrea Nicosia