Cardiochirurgia pediatrica, si avvicina il ritorno a Palermo: l’Arnas Civico cerca un partner - Movimento per la Salute dei Giovani

Cardiochirurgia pediatrica, si avvicina il ritorno a Palermo: l’Arnas Civico cerca un partner

IN SANITAS – 27 Gennaio 2020 – di Michele Ferraro
Cardiochirurgia pediatrica, si avvicina il ritorno a Palermo: l’Arnas Civico cerca un partner

Nei prossimi giorni sarà pubblicato l’avviso esplorativo per la fase di start-up. A rivelarlo ad Insanitas è il direttore generale Roberto Colletti: «Voglio ringraziare l’assessore Razza e l’intera giunta regionale che approvando la delibera di sperimentazione gestionale ci consente di avviare questo percorso». La soddisfazione del “Movimento per la Salute dei Giovani”.

PALERMO. Nei prossimi giorni sarà pubblicato l’avviso esplorativo per ricercare il partner per la realizzazione dei reparti di Cardiochirurgia pediatrica e neurochirurgia pediatrica dell’Ospedale Civico. A rivelarlo ad Insanitas è il direttore generale dell’Arnas palermitana, Roberto Colletti.

«Cerchiamo un partner di rilievo internazionale che possa guidarci nella riattivazione dei servizi di cardiochirurgia pediatrica e neurochirurgia pediatrica- afferma il dg- Avvieremo così ufficialmente un percorso che mi tiene impegnato fin dal mio insediamento. La manifestazione d’interesse che nei prossimi giorni verrà pubblicata conterrà tutte le caratteristiche tecniche e professionali necessarie per individuare il partner. Ci rivolgeremo a soggetti di altissima qualità professionale, quindi ai principali ospedali pediatrici italiani, che potranno garantirci il migliore aiuto possibile nella fase di start up e fin quando non saremo in grado di andare avanti da soli».

Infine, Colletti sottolinea: «Voglio ringraziare l’assessore Ruggero Razza e l’intera giunta regionale che ha mostrato la massima sensibilità su questo argomento, approvando la deliberazione di sperimentazione gestionale che ci consente di avviare questo percorso che, sono sicuro, nel giro di pochi anni farà della nostra struttura un centro di attrazione nazionale per la cardiochirurgia e la neurochirurgia pediatrica».

«Nel 2010 veniva decretata la chiusura del funzionante Reparto di Cardiochirurgia Pediatrica dell’Ospedale Civico di Palermo. Questa incomprensibile decisione si è tramuta in una tragedia che ha colpito molte famiglie siciliane con bambini affetti da cardiopatie congenite», afferma Fabrizio Artale, principale animatore del “Movimento per la Salute dei Giovani” che è divenuto un punto di riferimento regionale per difendere il diritto alla Buona Sanità per tanti sofferenti.

«Con tenacia e determinazione non abbiamo mai smesso di chiedere a tutte le istituzioni regionali e nazionali di riorganizzare con Eccellenza questa vitale attività sanitaria per porre fine ai “viaggi della speranza” di tanti piccolini e giovani con il cuore malato. Oggi, finalmente – dichiara Artale – giunge l’annuncio di un significativo passo avanti che dovrebbe risolvere l’annosa questione attraverso l’affidamento in convezione ad un partner sanitario che abbia una consolidata esperienza pluriennale nel trattamento delle cardiopatie in età pediatrica e dei cardiopatici congeniti adulti “GUCH”. Auspichiamo che tutto ciò possa concretizzarsi in tempi brevi per ridonare la fiducia e la serenità a tanti siciliani che da molti anni sono stati privati ingiustamente di cure ed assistenza che garantiscano il diritto alla vita».

© IN SANITAS

LEGGI DALLA FONTE